Access point PoE: che cosa sono e a cosa servono. Info

Gli access point non sono altro che dei semplici dispositivi che si connettono alle reti cablate creando a loro volta un ulteriore punto d’accesso Wi-Fi. Non hanno lo scopo di fungere da ripetitori ma creano da soli il punto d’accesso wireless alla rete, gestendo in modo assolutamente diretto i dispositivi connessi alla rete wireless in questione e vanno configurati scegliendo un SSID oltre che una chiave d’accesso specifica.

Al giorno d’oggi esistono veramente molte tipologie di router Wi-Fi e molti range extender, i quali sono dotati a loro volta di funzione access point. Questo  fattore implica che possono essere utilizzati al posto di un access point “vero e proprio” per trasformare una rete cablata in un punto d’accesso wireless risolvendo le problematiche della linea wifi.

Il consiglio che vogliamo darvi è quello di comportarsi in base alle proprie esigenze specifiche, nel senso che se devi semplicemente portare il segnale del router Wi-Fi in una stanza diversa in cui altrimenti non potrebbe arriva, potresti così facendo “accontentarti” di un range extender con diverse funzionalità di access point; se invece in un caso diverso dovessi avere bisogno di una soluzione più avanzata potresti anche decidere di optare per un access point “puro” che può a sua volta permettersi di garantire prestazioni ottime quando si tratta di fornire la connessione wireless a molti dispositivi nello stesso istante.

La tecnologia PoE (Power over Ethernet): che cos’è?

La tecnologia PoE, acronimo che risponde al nome di Power over Ethernet è una funzionalità di rete che viene a sua volta definita dagli standard IEEE. La peculiarità di questo tipo di tecnologia è quello di essere in grado di consentire ai vari cavi Ethernet di fornire una giusta quantità di alimentazione ai dispositivi di rete. Questo procedimento è reso possibile tramite la connessione dati esistente.

I dispositivi PoE  di solito comprendono le varie apparecchiature che dispongono di un tipo di alimentazione PSE (Power Sourcing Equipment) ma anche tutti quei dispositivi che che dispongono a loro volta di un’alimentazione di tipo PD se non addirittura in alcuni casi di entrambe le tipologie. Il dispositivo che fornisce l’alimentazione viene definito PSE, mentre il dispositivo alimentato è denominato PD. La maggior parte delle apparecchiature presenti attualmente nel mercato PSE sono degli switch di rete oppure degli iniettori PoE destinati all’uso con switch non-PoE.

La versione più moderna e ovviamente più recente della tecnologia PoE è rappresentato dal cosiddetto standard IEEE 802.3at, ossia una sorta di tecnologia PoE+. Se andiamo ad analizzare le caratteristiche della principale differenza che troviamo tra lo standard 802.3af inerente al tradizionale PoE e quella 802.3at (PoE+) possiamo tranquillamente dire che la peculiarità consiste nel fatto che le apparecchiature PSE di tipo PoE+ sono capaci di riuscire a fornire quasi il doppio dell’alimentazione necessaria previo utilizzo di un solo cavo Ethernet.

 Tutti i vantaggi che determina la tecnologia PoE

In questa sezione andremo a vedere brevemente ma in modo approfondito quali sono tutti i vantaggi che si hanno quando si dispone di una tecnologia PoE:

  • In primo luogo, dato che si tratta di una tecnologia che permette di utilizzare un solo cavo sia per quel che riguarda l’alimentazione che per la trasmissione dati, la tecnologia PoE comporta un notevole risparmio a livello economico durante il processo di acquisto e utilizzo dei cavi per le apparecchiature di rete e i telefoni VoIP.
  • In secondo luogo dobbiamo sottolineare come la funzionalità PoE riesca a rendere più fluido e semplice, oltre che più conveniente, il processo di installazione e di espansione della rete negli edifici in cui sarebbe troppo dispendioso in termini di costi e sforzi installare nuove linee di alimentazione.
  • Tramite la tecnologia PoE inoltre è decisamente più vantaggioso e possibile installare un ampio numero di dispositivi in luoghi in cui altrimenti non sarebbe affatto possibile far giungere l’alimentazione.
  • Come ultimo punto, ma non per ordine di importanza, ci teniamo a prendere in considerazione che l’uso della funzionalità PoE permette di ridurre sensibilmente il numero di cavi e di prese elettriche che solitamente sono necessari in ambienti ad alta concentrazione di apparecchiature o comunque all’interno di un armadio di cablaggio.

Access Point Tipo POE: caratteristiche 

Come abbiamo detto nella fase introduttiva di questo articolo, l’acronimo POE è inteso per indicare Power Over Ethernet. Tutti gli Access Point di tipo POE sono a loro volta caratterizzati dalla presenza di uno specifico supporto che consente di avere una connessione previo utilizzo di un cavo Ethernet, il quale a sua volta gli consente di ricevere allo stesso momento sia i dati che l’alimentazione della corrente elettrica.

Tuttavia per concludere possiamo dire che il vantaggio principale di un Access Point di tipo POE è sicuramente quello di non dover usare un secondo cavo o comunque una prolunga per attaccare il dispositivo alla presa della corrente, che in certi casi può trovarsi in luoghi lontani  rispetto al punto in cui abbiamo intenzione di posizionare l’Access Point.

Back to top
menu
sceltaaccesspoint.it